Quando son stato chiamato a fotografare il rifugio del castello di Piombino, per la rievocazione storica del bombardamento del 1943, sapevo di trovare un luogo piuttosto buio e non avevo idea del tipo di illuminazione che avrebbero adottato gli organizzatori; immaginavo che difficilmente, senza l’ausilio di luci supplementari, l’ambiente sarebbe stato adatto ad ottenere buone foto. Ho deciso allora di portare con me anche due flash. La situazione di illuminazione era infatti composta da faretti led a batteria posti in basso (come mostrato sotto) che spesso venivano spostati quando arrivavano i gruppi di persone in visita.

When I was called to photograph the refuge of the castle of Piombino, for the historical re-enactment of the bombing of 1943, I knew I found a rather dark place and I had no idea of the type of lighting that the organizers would adopt; I imagined that the environment would hardly have been suitable for obtaining good photos without the aid of additional lights. So I decided to bring two flashes with me. The lighting situation was in fact composed of battery led spotlights placed at the bottom (as shown below) which were often moved when groups of people came to visit.

Ho scattato le prime immagini per valutare il risultato sul display. La immagine di sinistra sopra è stata scattata con iso 12800 f/4,5 1/80 sec mentre in quella di destra con iso 6400 in quanto mi trovavo più vicino alla fonte di luce. Il risultato era in entrambi i casi pessimo perché quel tipo di illuminazione era o insufficiente o troppo diffusa. La mia idea era quella di far emergere i personaggi in un ambiente piuttosto buio. Anche con il flash montato sulla macchina e sparato sul soffitto il risultato non era buono.

I took the first pictures to evaluate the result on the display. The left image above was taken with ISO 12800 f / 4.5 1/80 sec while in the right one with ISO 6400 as I was closer to the light source. The result was in both cases bad because that type of lighting was either insufficient or too diffuse. My idea was to bring out the characters in a rather dark environment. Even with the flash mounted on the camera and bounced on the ceiling, the result was not good.

Ho allora impostato la macchina abbassando gli iso a 1000 per scurire l’ambiente e rendere poco visibile la luce dei faretti led e ho cominciato posizionando il primo e poi il secondo flash impostati in modalità manuale e regolando la potenza. Il sistema di commander e ricevitori wireless mi permetteva di posizionare flash anche dietro i muri o oggetti che avrebbero ostacolato il segnale nella modalità ad infrarossi. Il tempo di scatto era stato impostato su 1/125 e diaframma ad f/4,5.

Then I set the machine by lowering the ISO to 1000 to darken the environment and make the light of the LED spotlights barely visible and I started by positioning the first and then the second flash set in manual mode and adjusting the power. The system of wireless commander and receivers allowed me to place flashes even behind walls or objects that would obstruct the signal in infrared mode. The shutter speed had been set to 1/125 and aperture at f / 4.5.

E’ stata testata la quantità di luce sul flash di primo piano e poi è stato aggiunto il flash per lo sfondo come mostrato sotto. La potenza dei flash era molto bassa, da 1/64 a 1/128 e nella maggior parte dei casi rivolta verso le pareti per rendere l’ambiente scuro.

The amount of light on the foreground flash was tested and then the background flash was added as shown below. The power of the flashes was very low, from 1/64 to 1/128 and in most cases turned towards the walls to make the environment dark.

Con queste modalità ho scattato tutto il servizio cambiando posizione di inquadratura, posizione dei flash e variando gli iso e la potenza del flash in base alla distanza dal soggetto ed il tipo di scena. Molto comoda è stata la possibilità di comandare la potenza dei due flash a distanza direttamente dal controller posto sulla macchina fotografica. Con immagini di partenza buone dal punto di vista della luce e della qualità (con iso non troppo alti) è stato possibile avere una più facile gestione del file in post produzione.

With these modes I shot the whole service by changing the framing position, the position of the flashes and varying the ISO and the flash power based on the distance from the subject and the type of scene. The possibility of controlling the power of the two flashes remotely directly from the controller located on the camera was very convenient. With good starting images from the point of view of light and quality (with not too high ISO) it was possible to have an easier management of the file in post production.

Anche nei casi in cui l’esposizione non era perfetta è stato possibile avere buoni risultati in Lightroom

Even in cases where the exposure was not perfect it was possible to have good results in Lighroom

Nel caso della conversione in bianco e nero dove è necessario spingere un po’ di più sulle luci, sul contrasto e nel dettaglio i risultati sono stati eccellenti.
L’attrezzatura utilizzata era composta da: Nikon d850, Nikon 24-70 f/2,8 Flash sb 850, Flash sb 900, un commander yn622n-tx e due ricevitori wireless yn622n II Yongnuo.

In the case of the black and white conversion where it is necessary to push a little more on the lights, on the contrast and in detail the results have been excellent.
The equipment used was composed of: Nikon d850, Nikon 24-70 f / 2.8 Flash sb 850, Flash sb 900, a yn622n-tx commander and two yn622n II Yongnuo wireless receivers .

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *